Anno Accademico 2016-2017

A nome dell’Amministrazione Comunale che ho l’onore di rappresentare porto volentieri un saluto e un ringraziamento a tutti i collaboratori e i fruitori dell’Università della Terza Età di Rivignano Teor, pregevole sodalizio locale, che ha saputo ben promuovere per oltre quindici anni iniziative d’interesse e di utilità generale, ed è così diventata oggi motivo d’orgoglio per la collettività tutta.

La qualità dell’ampia offerta culturale sta certo  alla base del rapido radicamento sul territorio e degli ottimi risultati raggiunti, con il maggior numero di iscritti tra le varie sezioni del Codroipese: un’offerta culturale ampia e di qualità, in grado di soddisfare le esigenze di un pubblico variegato per età e formazione.

Senza ombra di dubbio gran parte del merito del successo spetta a tutti i partecipanti che hanno saputo creare un clima di amicizia e di aggregazione e ai docenti che con la loro eccellenza hanno stimolato momenti di crescita culturale, ma altrettanto merito spetta anche a tutti coloro che con costante passione hanno sopportato il peso organizzativo, sapendo infondere un clima di entusiasmo e di interesse.

Un ringraziamento particolare e sincero va dunque a Marcello Pestrin, coordinatore e fondatore della sezione UTE di Rivignano, al quale è doveroso rinnovare tutta la nostra riconoscenza per questa bella e proficua iniziativa.

avv. Mario Anzil

Va ben oltre la funzione didattica, il compito sociale dell’UTE, in quanto è capace di mettere insieme persone, a volte sole, che nelle nostre piccole comunità potrebbero avere difficoltà a trovare qualcuno con cui condividere le proprie attitudini, le proprie abitudini: qui trovano invece compagnia, accolti da un ambiente sempre allegro e positivo, uniti dal gusto di stare insieme.

L’amministrazione Comunale di Varmo è ben lieta di ospitare ulteriori e nuovi corsi dell’Università dellaTerza Età come sezione staccata di Rivignano. Continuando l’esperienza positiva degli anni passati, infatti stiamo crescendo, proponendo nuovi spazi e nuovi corsi che speriamo ottengano gli stessi successi riscontrati da quelli che già da anni vengono proposti.

Il nostro obiettivo, oltre a voler crescere, è quello di coinvolgere la popolazione aumentando sempre di più il nostro impegno, entusiasti per ciò che di nuovo riusciamo a fare.

Un saluto a tutti i docenti che si accingono a tenere le loro lezioni e attività nelle sedi dell’UTE del mandamento. A loro va il nostro ringraziamento per l’entusiasmo e la generosità con cui, di anno in anno, affrontano questo impegno in qualità di volontari, quindi unicamente per amore della materia che insegnano e ripagati solo dall’interesse e dalla curiosità dei propri allievi.

Un ringraziamento particolare va alla referente per il Comune di Varmo, Signora Liliana Cesaratto, per la disponibilità che anche quest’anno ci offre e per la sua capacità propositiva. All’instancabile coordinatore della sezione di Rivignano Marcello Pestrin e alla sua Signora va la mia personale stima per l’impegno e la fiducia che hanno sempre dimostrato per la sezione staccata di Varmo avviando qui, quando possibile, nuovi progetti.

L’Amministrazione Comunale sarà un interlocutore disponibile e attivo nei confronti di tutto ciò che rientra nel progetto UTE.

Porgo a tutti i partecipanti i miei auguri personali, assieme a quelli di tutta l’Amministrazione Comunale di Varmo, di un buon lavoro, certi che il prossimo anno accademico sarà un nuovo, entusiasmate successo.

sig. Sergio Michelin

Anche se la nostra Ute è un’istituzione oramai consolidata, il compilare un nuovo programma assume sempre un aspetto di precarietà per il semplice motivo che non si è mai sicuri di quali e quanti insegnanti confermeranno la loro disponibilità. Fortunatamente queste persone amano quello che fanno e per questo lo fanno volentieri, così ci troviamo con un’offerta ricca di proposte dove tutti possono trovare qualcosa di interessante, utile, divertente. Un altro problema è rappresentato dagli spazi adeguati perché ogni corso ha le sue esigenze, basti pensare a quelli di informatica o di manualità, ma anche per la sempre maggior richiesta di supporto audio-video. E poi ci sono da far coincidere giorni e orari a noi concessi con quelli che i nostri docenti ci danno come disponibili. Ma alla fine tutto torna e il programma è pronto per la stampa e la spedizione.

Ora a voi il compito di scegliere tra le aree che più vi procurano interesse con il consiglio di prediligere quei corsi più consoni alle vostre capacità e conoscenze e soprattutto di impostare un programma di apprendimento graduale, senza porvi traguardi irraggiungibili. Il frequentare, pur con impegno e rispetto di orari e frequenza, deve essere evasione e divertimento, partecipazione e socializzazione, qualcosa di diverso dalla solita routine che la vita ci impone.

Oltre alle proposte riportate in questo libretto, durante l’anno accademico avremo momenti conviviali, interessanti visite in Italia e all’estero, tornei per quei corsi che lo prevedono (scacchi, Bocce, Burraco) e quanto d’altro riusciremo a inventare strada facendo, magari con le vostre proposte e i vostri consigli che sono sempre ben accetti.

Sperando di salutarvi sabato 17 settembre, alle ore 17, nella Sala Consiliare del Municipio di Rivignano alla presentazione del nuovo programma, auguro a tutti voi un buon fine “vacanze” e un felice rientro nelle aule scolastiche.

sig. Marcello Pestrin

Carissimi amici, nel salutarvi sento innanzitutto il desiderio di ricordare con voi la figura del nostro compianto Presidente prof. Roberto Zanini. A lui va il nostro pensiero commosso e riconoscente.

Ha inizio per voi il 17° anno accademico; penso che sarà ricco di soddisfazioni per tutti coloro che frequentano questa splendida realtà: organizzatori, docenti, collaboratori, discenti. Ritengo altresì che gli stimoli che tutti i discenti esprimono con la loro curiosità, la sete di crescita culturale, il desiderio di socializzazione, l’esposizione delle proprie esperienze funga da sprone per i docenti; come ho già avuto modo di dichiarare in altre occasioni infatti anche i docenti, che con passione e puro spirito di volontariato offrono la loro attività didattica, si sentono gratificati dall’interesse e dal gradimento che gli iscritti ai vari corsi manifestano. Si tratta a tutti gli effetti di una vera simbiosi sociale e culturale condita da amicizia e spirito collaborativo.

L’UTE di Rivignano-Teor rappresenta un gioiello per il territorio, una realtà nella quale l’iniziativa di numerosi volontari si fonde splendidamente con gli interessi culturali e sociali della popolazione e diventa importante strumento di crescita comunitaria.

Uno speciale ringraziamento va al coordinatore Marcello Pestrin e all’inseparabile Iones, a tutti i docenti, all’intero gruppo dei collaboratori, alle Amministrazioni comunali e alle Istituzioni che a qualunque titolo sostengono e aiutano a crescere questa Associazione.

Infine grazie di cuore a tutti i discenti. Essi, soci a tutti gli effetti dell’UTE, con la loro presenza danno vero significato all’esistenza della nostra Istituzione. A loro va l’augurio di un proficuo e felice anno accademico.

dott. Lionello Baruzzini